Galaxy Round: Ecco il primo smartphone con lo schermo

Samsung Galaxy Round 02 T.jpg.pagespeed.ce .kdhOClJpin

Galaxy Round: Ecco il primo smartphone con lo schermo

1

Samsung non perde tempo e presenta subito in Corea il Galaxy Round: il primo smartphone con lo schermo curvo.

Il Samsung Galaxy Round è il primo smartphone con schermo curvo: una novità che ha richiesto, secondo i big della Samsung, l’uscita di uno smartphone dedicato ad un prezzo di circa 1000 dollari e che ricorda da vicino un Galaxy Note III con schermo ricurvo.samsung-galaxy-round-01_t.jpg.pagespeed.ce.v3ImABuuyQ

 

Per lo schermo, troviamo un 5.7 pollici Super Flexible Amoled, con risoluzione 1080p. Sotto il cofano: un quadcore Snapdragon 800 da 2.3GHz, 3 GB di Ram e 32 GB di spazio espandibili tramite microSD.
Monta anche una bella fotocamera da ben 13 megapixel davanti, e un’altra interna da 2megapixel. La batteria da 2800 mAh e tutto racchiuso in soli 7,9 millimetri di spazio per 154 grammi di peso.

samsung-galaxy-round-02_t.jpg.pagespeed.ce.kdhOClJpin

All’ interno, con Android Jellybin (4.3), Samsung sembra preparare delle applicazioni che sfruttano la caratteristica curva dello schermo: un esempio è quello di potere, prendendo su un bordo dello schermo e quindi inclinando il dispositivo, sbloccare alcune informazioni utili sullo schermo.

L’uscita negli altri paesi ancora non è stata dichiarata, forse perchè Samsung vuole scoprire il reale potenziale di questa nuova “innovazione” che, a dire il vero, non sembra innovare molto. Quello che infatti Samsung vorrà scoprire è se c’è un mercato abbastanza consistente di utenti pronti a spendere 1000 euro per un dispositivo identico ad un Note III e che in più ha solo uno schermo curvo.

Voi che ne pensate? Li spendereste?

About the Author

Federico PonziStudente, Webmaster ed appassionato di tutto ciò che è informatico con una spruzzata di scienza.View all posts by Federico Ponzi

  1. Mirko P
    Mirko P10-09-2013

    Penso che la samsung sappia fare tante belle cose, questa non è una di quelle. Roba totalmente inutile. Riprovaci Samsung, sviluppa un Nexus con Google 🙂

Leave a Reply