HP: tagliati 27000 posti di lavoro

HP: tagliati 27000 posti di lavoro

0

A quanto pare la crisi si è fatta sentire anche in casa Hewlett Packard: la CEO dell’azienda Meg Whitman, ha annunciato il licenziamento dell’ 8% della forza lavoro di HP pari a 27.000 lavoratori.

Questa mossa dolorosa fa parte della strategia della Whitman (eletta CEO di HP dopo aver fallito nel concorrere a governatore della California) permetterà all’azienda di risparmiare dai 3- 3,5 miliardi l’anno ed è atta a riorentare meglio verso hardware e software l’ azienda.

Le notifiche di licenziamento ai dipendenti “Saranno notificate a breve”, fà sapere il CFO Cathie Lesjak, “si concluderanno entro il 2014 (fine dell’ anno fiscale di HP)”.

Il problema di HP è la sua specializzazione in Computer e Stampanti – e solo di quest’ultime la vendita è scesa del 10%.

L’azienda comunque, fa sapere la CEO, si sente ottimista per quanto riguarda i computer con l’ uscita del nuovo sistema operativo di casa Microsoft.

Dopo la notizia dei licenziamenti, le azioni di HP sono salite del 10%. “Ci sentiamo abbastanza ottimisti uscendo dal Q2, non direi che abbiamo voltato pagina ma manca poco” fà sapere sempre la CEO.

About the Author

Federico Ponzi

Studente, Webmaster ed appassionato di tutto ciò che è informatico con una spruzzata di scienza.

View all posts by Federico Ponzi

Leave a Reply