Introduzione al linguaggio C

Guida linguaggio C

Introduzione al linguaggio C

2


Guida linguaggio CProgrammare significa scrivere un insieme di parole e espressioni, secondo la sintassi di un linguaggio di programmazione. Tali istruzioni verranno poi tradotte e eseguite dal computer.

Breve storia del C

Il linguaggio C nacque nel 1972 (poi standardizzato nel 1989 con il nome di C ANSI) per mano di Dennis Ritchie e Ken Thompson.
Essi sentivano l’esigenza di programmare con un linguaggio ad alto livello e di conseguenza indipendente dal calcolatore.
Il linguaggio ad alto livello è simile al linguaggio umano, rispetto a quello di basso livello, vicino alla logica del calcolatore.
L’aspetto più interessante del padre dei linguaggi ad alto livello che vorrei farvi cogliere è la sua longevità: infatti fu inventato quarant’anni fa, ma è tuttora usato e la sua fama permarrà nel tempo!

Procedimento di programmazione

Insetti, tradotto dall’inglese bugs. Nel nostro caso sono errori di programmazione.

Nella scrittura di un programma possiamo individuare tre fasi principali:

  1. Scrittura  In primo luogo scriviamo nel nostro editor di testi preferito l’insieme di istruzioni che vogliamo impartire al computer.
  2. Compilazione   Successivamente un programma compilatore converte il codice che abbiamo scritto a un file contenente le rispettive istruzioni per il computer (codice binario).
  3. Debug  Infine avviamo e testiamo il programma compilato, alla ricerca di nostri eventuali insetti, acerrimi nemici dei programmatori!

Prima di tuffarci nel mondo della programmazione dobbiamo installarci il compilatore. Per windows consigliamo MinGW, mentre per linux/Mac gcc.

Il prossimo articolo tratterà il nostro primo programma in C. Sarà disponibile a breve, nel mentre esprimete un parere su questa prima parte!

Leave a Reply